Ma quanti sono i tipi di aspirapolvere disponibili in commercio?

Il mercato offre moltissimi modelli di aspirapolvere, ma il migliore è senz’alcun dubbio la scopa elettrica. Perché? Leggete questo brevissimo articolo per scoprirlo.

  • La scopa elettrica è la tipologia più conosciuta e – a mio giudizio – la mia facile da utilizzare. Infatti, la struttura è composta da motore, serbatoio di raccolta, una testa per aspirare, un manico ergonomico ed il cavo di collegamento. Insomma, non è assolutamente difficile da utilizzare ed è relativamente economica.
  • L’aspirapolvere a traino. Questa tipologia di modello possiede un corpo distaccato rispetto alla scopa principale. Questi sistemi sono più potenti delle scope elettriche tradizionali in quanto il motore è più spazioso e – di conseguenza – più potente.
  • Il robot – aspirapolvere. Questi modelli rappresentano la novità più importante del mercato. Sono in grado di pulire autonomamente la casa senza bisogno della nostra esistenza. Tuttavia, dovete sapere che non sono il massimo per la qualità dell’aspirazione e non sono in grado di pulire approfonditamente poiché hanno dei problemini con gli spigoli!
  • Gli aspirabriciole sono utili per le pulizie quotidiane e spesso sono compresi quando acquistiamo una scopa elettrica. In genere possono essere indicati per aspirare nei luoghi irraggiungibili per una scopa elettrica come il tavolo della cucina o l’interno della nostra macchina.
  • Il bidone aspiratutto, forse la categoria meno conosciuta. Questo sistema di aspirazione è indicato per ambienti molto grandi sia interni che esterni. Dal punto di vista della struttura può ricordare un’aspirapolvere a traino, ma è molto più capiente e – di conseguenza – è molto più potente. Questi prodotti sono in grado di aspirare liquido e pezzi di vetro e sono piuttosto professionali.
  • L’aspirapolvere ciclonico utilizza una particolare tecnologia per assorbire la polvere e non ha bisogno di utilizzare i sacchetti tradizionali. Ormai moltissime scope elettriche utilizzano questo tipo di tecnica.

 

Abbiamo visto tutti i modeli e – spero siate d’accordo con me – per l’uso casalingo il più indicato è senz’altro la scopa elettrica. Perché? Beh… l’aspirapolvere a traino è un po’ troppo ingombrante, il robot non è in grado di pulire approfonditamente, gli aspirabriciole sono troppo poco potenti, il bidone aspiratutto è troppo grande e l’aspirapolvere ciclonico impiega una tecnologia usata dalle scope elettriche.